Come riconoscere la qualità sul pellet

Quando arriva il momento di acquistare il pellet per il riscaldamento della propria casa è importante saper riconoscere un prodotto di qualità e nel caso del pellet, non essendoci differenza facilmente riconoscibile ad occhio del prodotto, la differenza la fa il marchio EN plus.

En plus è la certificazione internazionale del pallet a garanzia che il prodotto sia controllato durante tutta la filiera, dalla materia prima alla consegna, e sia qualitativamente uguale (dal punto di vista chimico, fisico ed energetico) a prescindere dal paese di provenienza.

La certificazione EN plus prevede una classificazione di En plus di qualità: A1, la migliore, A2 e B. Scegliere pallet certificato En plus per riscaldare la propria casa significa affidarsi a una fonte energetica che consente di emettere fino a 10 volte meno C02 rispetto alle fonti fossili tradizionali e che riduce le emissioni di polveri sottili fino a 4 volte rispetto alle polveri emesse da stufe o caldaie che usano pallet non certificato.

Il pellet sul riscaldamento domestico può essere utilizzato in una stufa, per il riscaldamento di una  più stanze di case, o in una caldaia per il riscaldamento di tutta l’abitazione o anche di un intero appartamento.

Se si sceglie di riscaldare una casa di 10o mq con una caldaia a pellet En plus, il costo per l’acquisto del biocombustibile rinnovabile è di 780€ per tutto l’inverno! Ciò consente di risparmiare il 13% rispetto al metano, il 51% rispetto al gasolio, il 72% rispetto al gpl.

Se si sceglie invece di integrare una stufa con l’impianto di riscaldamento esistente, supponendo che la stufa contribuisca al 50% del riscaldamento dell’abitazione, il costo per l’acquisto del pallet diventa pari a 390€, permettendo così un risparmio del 6% sul riscaldamento totalmente a metano, del 25% sul riscaldamento totalmente a gasolio e del 36% sul riscaldamento totalmente a gpl.

Il risparmio sulla bolletta energetica grazie al pellet non è male , considerando che esistono delle agevolazioni sull’acquisto della stufa/caldaia a pallet: le detrazioni fiscali o il Conto Termico 2.0. Quest’ultimo in particolare promuove la rottamazione di un vecchio generatore di calore con uno nuovo a biomassa legnosa, prevedendo un maggiore incentivo quanto migliori sono le performance emissive di quest’ultimo. Lo scopo è incrementare l’efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *